E-mail, Facebook o Twitter: qual è lo strumento migliore per comunicare il brand?

di Marta Isoni

Il nuovo studio di ExactTarget e CoTweet ci pone davanti ad un risultato che difficilmente avremmo creduto possibile: le email sono più efficaci nella costruzione dell’immagine di un brand rispetto a Facebook e ai nuovi social network.

L’analisi si è svolta in due fasi. La prima, a marzo 2010, ha visto 44 soggetti partecipare a differenti tipi di focus group (tra cui conversazione in tempo reale in chat e video focus tramite webcam); la seconda fase, dal 9 al 13 aprile, ha raccolto le risposte di 1506 intervistati dai 15 anni in su, stratificati in base all’età e in modo tale che ciascuna fascia avesse almeno 200 risposte.

I risultati mettono in luce delle sfumature nuove. Facebook continua a farla da padrone: la sua importanza è dovuta soprattutto all’immane quantità di iscritti che, oltre a coltivare le relazioni interpersonali, seguono costantemente (il 38% del campione analizzato) un brand o una società in quanto “fan”: la  fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni sembra essere quella maggiormente incline al fan mood (54%) rispetto alla fascia 25-40 (47%) e 55-64 (20%).

Per quanto riguarda Twitter, i valori cambiano molto: solo il 5% degli utenti è anche follower di brand e aziende, con un’ampia oscillazione tra i 18-24 anni (9%) e le fasce di età superiori che toccano addirittura valori vicini allo 0%.

Tuttavia il dato più interessante dello studio è che il 93% dei consumatori online si è iscritto a sistemi di daily mailing per ricevere informazioni e notizie relative al loro brand preferito e il 58% degli utenti conferma di iniziare la propria giornata controllando la casella di posta elettronica.

Ci si trova di fronte alla necessità di trovare nuovi modi di interagire con i clienti: unire intrattenimento, informazioni ed offerte per creare un mix comunicativo che riconosca l’enorme impatto dei social network, ma che rivaluti i media messi un po’ da parte dal web 2.0.

Ulteriori informazioni sullo studio si trovano qui.

1 Commento su E-mail, Facebook o Twitter: qual è lo strumento migliore per comunicare il brand?

  1. Mi viene da pensare che, nonostante l’entusiasmo di noi marketers per strumenti come Twitter o Foursquare, spesso si fa l’errore di tralasciare le cose più immediate, come l’email appunto. E se è vero che questa ricerca è stata condotta in USA, la situazione da noi dovrebbe essere ancora più a favore della cara, ‘vecchia’ casella di posta elettronica.

    C’è un’altra considerazione: Facebook dovrebbe lanciare una casella email più completa di quella che integra attualmente. Se riuscirà ad attrarre il traffico delle email il suo potere d’influenza e tutto quello che ne consegue verrà accresciuto enormemente.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*