Misurare la comunicazione politica: il nuovo simbolo di Silvio Berlusconi

Nel lontano 1994 debuttò in politica con un movimento che, a partire dal nome, doveva manifestare tutta la sua distanza dalla politica tradizionale: Forza Italia, un incitamento sportivo che calzava a pennello nell’anno dei mondiali americani.

Adesso, in vista di una probabile campagna elettorale, il presidente del consiglio Silvio Berlusconi avrebbe deciso di mandare in soffitta la sua creatura più recente, il Popolo della Libertà, sia per archiviare la scissione della corrente finiana che per evitare controversie legali sul simbolo: al suo posto un nuovo brand che, per non disorientare gli elettori, somiglia molto al precedente. Analizziamone le caratteristiche.

Il nome diventa semplicemente Italia, che proprio nel 2011 compie 150 anni: un richiamo secco e deciso a uno dei valori cardine della destra, la Patria, e forse un modo per smarcarsi dalla Lega.

Il carattere tipografico scelto, come sempre, è squadrato, secco, senza grazie, particolarmente incisivo. Viene mantenuta la banda tricolore, altro inequivocabile riferimento patriottico.

Il colore dominante è di nuovo l’azzurro, che in Europa è associato alle culture politiche moderate ed è il colore delle nostre nazionali sportive (anche i rappresentanti di Forza Italia erano chiamati azzurri).

In basso, la scritta “Berlusconi presidente” (quello del Cavaliere, del resto, è la massima espressione del partito personale, post-ideologico, che si identifica pienamente in un leader carismatico).

Pare siano stati scartati altri nomi: Popolari, più significativo sul piano ideologico ma meno comprensibile dal senso comune; e Viva l’Italia, in quanto Berlusconi vorrebbe evitare le sigle (Fli, Vli), ritenute fredde e burocratiche, a favore di un nome diretto, semplice e immediato come, appunto, Italia.

Scritto da: Antonio Cilardo

1 Trackback & Pingback

  1. Tweets that mention Misurare la comunicazione politica: il nuovo simbolo di Silvio Berlusconi - Misurarelacomunicazione -- Topsy.com

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*