CoS – Consciousness of Streams

Quando una ‘misurazione’ sembra scordarsi di dover ‘misurare’.

L’edizione 2011 di transmediale (1-6 febbraio Berlino) ha visto la presentazione del progetto CoS che consiste nella creazione di una mappa emozionale del mondo: “COS, Consciousness of Streams, hosts the streams of consciousness of the people traversing it or attending its workshops as well as the ones of the global population of the social networks: in, out, in-between, in time, space, relations, difference.

In cosa consiste?

• 4 esperienze interattive, estetiche e sensoriali sui temi dell’Identità, del Tempo, dello Spazio e dell’Emozione;

• una serie di attività nello spazio adibito per l’evento e attorno alla città di Berlino

• workshops

• un flusso continuo di informazioni generate sia dall’interazione tra i visitatori all’evento, sia online, attraverso l’analisi dell’andamento del social network

• un flusso continuo di visualizzazioni e rappresentazioni che emergono dall’analisi dei dati  raccolti

• una pubblicazione cross-mediale creata sulla base delle misurazioni che sono state fatte convergere nel MACME CMS by FakePress

• il sistema cross mediale COS

CoS effettivamente riesce a far emergere i risultati in tempo reale attraverso due metodologie: la prima è la infovisualizzazione generativa che copre una larga parte del background dell’area in cui i workshops e la parte social del progetto prendono forma. L’infovisualizzazione ha molte prospettive, ciascuna delle quali rappresenta in una forma specifica l’evolversi del flusso di informazioni sia online che offline (durante l’evento); la seconda si basa sul MACME CMS (by FakePress): il “magazzino” delle continue interazioni tra gli utenti. Più di un libro: qualcosa che diventa perfettamente integrato con il sistema tecnologico che segue i molteplici modi dell’interazione dell’informazione.

Definita come una pubblicazione multi autoriale, per non far concludere l’esperienza all’interno del singolo evento, si parla di un nuovo modo di misurare le percezioni, il mood diremmo noi, di un’umanità talmente tanto inserita in ogni istante nel mondo 2.0 da delegare la rappresentazione in tempo reale di qualsiasi cosa si stia provando proprio alla cross-medialità.

I singoli individui entrano in questo mondo e diventano un’identità/tempo/spazio/emozione disseminata e CoS, virus cognitivo, è una manifestazione performativa di questo processo, l’esplosione della condizione umana in una forma osservabile.

Un social network emozionale, una mappa delle emozioni umane, un sistema interattivo che ti permetere di descrivere il mondo in un modo nuovo. “COS lives through enactment of multiple processes focusing on different perspectives through which the contemporary lives of human individuals can be observed.

Una misurazione continua, che diventa a volte faticosa da gestire all’interno del sito; un’idea affascinante dai risultati ancora incerti e, piuttosto, un’idea che ci appare di design, in alcuni momenti, piuttosto che di misurazione per fini conoscitivi.

Appare un progetto davvero ampio che, per qualche verso, risulta più interessato a regalare una bella fotografia delle emozioni umane piuttosto che analizzarne i risultati per un obiettivo specifico.

Per avere maggiori informazioni sulle declinazione del progetto clicca qui

2 Commenti su CoS – Consciousness of Streams

  1. salve! grazie per l’articolo!
    e anche per la precisione: ha colto esattamente il senso del lavoro. CoS è una narrazione, è un “libro” di FakePress (su cui tra l’altro ci saranno diverse novità a breve, dedicate agli smartphone e ad alcuni gadget) e il focus è centrato sul narrare, piuttosto che sul misurare.
    E, ovviamente, non è una valutazione di merito o importanza, ma solo la descrizione di una modalità. In CoS ci si concentra sull’emergere della storia dell’emozione: diversi luoghi che, in tempi ravvicinati, esprimono la stessa emozione si collegano, formando nuovi luoghi otre-geografici.

    • …potrebbe essere molto interessante far emergere un aspetto di misurazione strutturato dall’iniziale, e ben sviluppato, interesse sull’emergere della storia dell’emozione! E’ decisamente un bel narrare comunque.

1 Trackback & Pingback

  1. Tweets that mention CoS – Consciousness of Streams - Misurarelacomunicazione -- Topsy.com

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*