I vantaggi di Facebook Questions per il social media marketing

Il 24 marzo Facebook ha presentato negli USA Questions, uno strumento che permette di creare sondaggi sul proprio profilo o pagina di Facebook. Non si conosce la data del rilascio in Italia.

Il claim recita Ottieni risposte dalle persone di cui ti fidi e il senso dell’operazione è proprio quello di creare un sistema di raccomandazioni all’interno del proprio network, ma è chiaro che, come spiega Ben Grossman di Oxford Communications a Mashable, l’applicazione offre opportunità inedite per il business, le ricerche di mercato, il crowdsourcing e il feedback dei consumatori.

Questions presenta innanzitutto due vantaggi fondamentali per la privacy:

  1. Già esistevano delle applicazioni per sondaggi, ma il box in cui si permette l’accesso dell’applicazione ai nostri dati ha sempre rappresentato un deterrente. Con Questions non è necessario accettare nulla e non è necessario che lo abbiano fatto gli amici che vogliamo “interrogare”. Si elimina quindi un fattore di distorsione.
  2. Nessun rischio inoltre di finire sulle pagine di Google e simili: a differenza di Yahoo! Answers o Quora domande e risposte di Questions non vengono indicizzate dai motori di ricerca.

Un altra novità riguarda la trasparenza: le risposte rimangono visibili a tutti e i commenti danno la possibilità di discutere risultati controversi o inaspettati, o per esempio di chiamare in causa un brand che non ha rispettato l’opinione espressa dai suoi fans.

2 Trackback & Pingback

  1. Facebook Questions
  2. L’ingresso di Google +1 nella stanza dei bottoni - Misurarelacomunicazione

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*