Twitter e il cancro al seno

Parlando di malattie, quali sono le opportunità introdotte da Twitter per la ricerca di informazioni, la condivisione di esperienze in tempo reale e il crowdsourcing?

In occasione del mese della consapevolezza sul cancro al seno, un nuovo strumento realizzato da GE in collaborazione con Healthymagination offre un quadro di insieme della conversazione online sul tema aldilà delle cerchie ristrette di followers e dei pur rapidi processi di viralizzazione delle notizie.

Le alternative sono molteplici. Possiamo cominciare identificando i tweet più ripresi, che corrispondono nella bubble chart alle bolle più grandi. Scopriamo così che il messaggio con il maggior numero di retweet è quello che promuove il PinkProject di Puma. Il marchio di abbigliamento sportivo promette di donare un dollaro alla ricerca sul cancro per ogni tweet contenente l’hashtag #pinkproject.

Per ottenere una visione più ampia della discussione possiamo poi scegliere di analizzare i temi principali, riconosciuti a partire dalle keywords.   Qui lo strumento mostra qualche insufficienza nel trattamento semantico delle parole: “time” ad esempio appare solo perchè contenuta nella frase “every time” all’interno del tweet citato prima.

Lasciando da parte le imprecisioni salta all’occhio come “awareness” sia il tema centrale. Per approfondirlo clicchiamolo nel menu e vediamo aprirsi il dettaglio dei tweet che ne parlano.

Il messaggio più visibile è quello di uno studente alle prese con un progetto di ricerca sulla consapevolezza, che chiede ai suoi followers se conoscono persone recentemente colpite dalla malattia e che siano disposte a partecipare all’indagine.

L’ultimo dato che possiamo ricercare è quello degli utenti che postano di più sul tema in questione. L’account più attivo nelle ultime ore è @pinkproject1, che si occupa di diffondere l’iniziativa di Puma chiamando in causa nei propri tweet  gli account delle celebrities più seguite.

Per accedere alla visualizzazione interattiva clicca qui.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*