Nielsen State of the Media: The Social Media Report 2011

Nielsen ha rilasciato il nuovo rapporto Q3 2011 sul mondo del social networking, State of the Media: The Social Media Report.

Il rapporto riesce ad offrire un quadro molto specifico, anche se più incline alle misurazioni verso il mercato statunitense, grazie alle classifiche sulle preferenze che gli utenti manifestano nella loro attività online, alle segmentazioni socio-demografiche, ai grafici basati sulle differenze di genere (anche se in questo caso sembrano divisioni più nitidamente spinte da ragioni economiche, che sessiste) e a varie infografiche sul mondo delle apps e dell’Internet mobile.

Gli snodi centrali del rapporto sono diversi:

  • social networks e blogs continuano a riempire il tempo online degli americani, raggiungendo un quarto del tempo totale che viene speso su Internet;
  • l’utilizzo dei social media è cresciuto rapidamente, oggi 4 su 5 utenti attivi su Internet visitano social networks e blogs;
  • gli americani passano più tempo su Facebook rispetto a qualsiasi altro sito a stelle e strisce;
  • circa il 40% degli utenti dei social media accede ai contenuti dal proprio mobile phone;
  • le apps dei social networks sono le terze più usate dai proprietari di smartphone in America;
  • sebbene un vasto numero di donne veda i video sui social network e sui blog, gli uomini sono i più assidui visualizzatori sia per quantità sia per tempo di visualizzazione per ciascun video;
  • il 70% degli utenti adulti attivi nel social networking comprano online, il 12% in più rispetto alla media degli utenti adulti attivi su Internet (nel complesso);
  • il 53% degli utenti adulti attivi  dei social networks seguono un brand, mentre il 32% seguono una celebrità;
  • l’istantanea riguardante 10 tra i principali mercati globali evidenzia che i social network e i blog raccolgono più dei tre quarti degli utenti attivi di Internet;
  • Tumblr è uno tra i social media emergenti, ha quasi triplicato il suo pubblico rispetto ad un anno fa;

Tra le slide più interessanti c’è quella dal titolo Active Social Media Users are influential offline, nella quale si sottolinea il potere del passaparola tra peers e il circolo virtuoso grazie al quale, sempre più spesso, i consumatori dopo l’acquisto decidono di mettere le loro opinioni e le loro esperienze a disposizione di altri (ipotetici) consumatori.

Gli adulti attivi sui social networks sono più attivi anche nella vita reale, sia essa intesa come partecipazione politica, sia ad eventi sportivi o di evasione ed intrattenimento in generale.

Tra i 10 mercati globali analizzati Nielsen cita anche l’Italia: in maniera veloce, ma chiara, si sottolinea che il boom dei social network ha scosso anche gli italiani: gli utenti Internet italiani spendono circa un terzo del loro tempo online sui social network e sui blog (31% del tempo totale pasato su Internet).

Per vedere il report completo clicca qui

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*