State of the Blogosphere 2011

E’ stato rilasciato pochi giorni fa il report 2011 che analizza la blogosfera mondiale: State of Blogosphere di Technorati. Tanti i temi analizzati: blogging e social media, blogger e media tradizionali, traffic e analysis, brand e marketing nella blogosfera, le motivazioni dei blogger, la monetizzazione e i cambiamenti nel corso dell’anno.

4114 i blogger, di 45 diverse nazionalità, intervistati per la composizione del campione:

1) Hobbyist, circa il 60% degli intervistati sono semplici appassionati e affermano di avere un “blog per divertimento” senza alcun tipo di ritorno economico. La metà degli Hobbyist preferisce esprimere “riflessioni personali” e rispondere individualmente ai commenti dei lettori; il 60% investe meno di tre ore a settimana nel blogging e la vera valutazione del successo è la soddisfazione personale (61%).

2-3) Professional Part- and Full-Timers: rappresentano il 18% del gruppo totale. Sono blogger indipendenti che utilizzano i loro spazi sul web o per integrare i propri introiti, o perché li considerano un vero e proprio lavoro a tempo pieno. Nella realtà, però, la maggior parte del gruppo è composta da professionisti che non considerano il blogging la loro fonte primaria di reddito.

4) Corporate, o meglio “blogger aziendali”. L’8% della blogosfera è formato da blog nati come spazi d’integrazione per il proprio lavoro a tempo pieno o come blog di aziende o organizzazioni. Si occupano generalmente di tecnologia e di business: il 70% nasce per condividere competenze, il 61% per ottenere un riconoscimento professionale, e il 52% per attirare nuovi clienti. Il 63% dei blogger aziendali utilizzano il numero di visitatori unici come metrica per valutare il successo.

5) Entrepreneurs, gli individui (“imprenditori blogger”) che scrivono per il blog della società o organizzazione di loro proprietà sono il 13% della blogosfera. L’84% di questi blogger scrive del settore in cui lavora, il 46% di business blogging, il 40% di tecnologia, il 76% condivide esperienze; il 70% vuole ottenere un riconoscimento professionale, e il 68% vuole coinvolgere nuovi clienti .

Il report si suddivide in diverse parti, tra cui le più interessanti sono quelle relative alla modalità di misurazione del successo e alla valutazione del ranking rispetto agli altri blog:

La misura principale tra i professionisti e gli imprenditori è il numero di visitatori unici, mentre il 42% dei Professional Part-Timers e il 38% dei Professional Full-Timers citano le entrate come metrica valutata. Se per il 69% degli Hobbyist la soddisfazione personale è un modo attraverso cui misurare il successo,  la percentuale scende proporzionalmente alle aspettative economico-redditizie attribuite al proprio blog: 57%  per i  Professional Part-Timers, 49% per i Professional Full-Timers,  47% per gli Entrepreneurs e solo 40% per i blogger aziendali.

Per visualizzare il report completo clicca qui

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*