Monitaly 14-20 nov: l’Italia ha un nuovo governo, critiche e polemiche contro la adv Benetton

Italia al centro dell’attenzione mondiale per la fine del governo Berlusconi e i primi passi del governo Monti.

Ancora alto rispetto alla media quotidiana il numero dei post registrati tra il 14 e il 15 novembre. Monti, dopo aver accettato l’incarico, ha intrapreso le attività che preludono alla formazione del nuovo governo: parla ai partiti, con i maggiori esponenti politici, con il Presidente della Repubblica e stila la lista dei nuovi ministri. Il mondo sembra osservare con attenzione le mosse del senatore a vita, come titola BBC News: Hope for Italy with Monti convinced crisis can be overcome.

Un altro picco di post ed articoli si può evidenziare nella giornata di giovedì 17 novembre, durante la quale il nuovo governo  ha ottenuto la fiducia da parte delle Camere.

Nella classifica dei personaggi più citati sul web è proprio il nuovo Primo Ministro ad occupare la prima posizione seguito da Silvio Berlusconi (posizioni invertite per la stampa), e al quarto posto da Giorgio Napolitano.

Al terzo posto nella classifica web, e al quinto per numero di occorrenze sulla stampa, si ripropone la figura di Benedetto XVI. Il Papa torna alto in classifica grazie all’interesse che ha suscitato il suo viaggio in Africa: tre giorni di visita nella Repubblica del Benin, durante i quali sono stati toccati temi importanti come l’AIDS.

In conclusione, è degno di nota il balzo in avanti di Unicredit e Benetton, nella classifica delle aziende più in vista. L’istituto di credito è stato sotto i riflettori per aver portato avanti un’importante ricapitalizzazione, aver ripulito il bilancio e aver annunciato forti esuberi. Il brand trevigiano, invece, ha “shockato” il mondo con la nuova campagna UNHATE, realizzata con fotomontaggi che sembrano catturare baci sulle labbra tra i personaggi più potenti della politica e della religione: Benetton retries provocation, così riassume il Wall Street Journal. In realtà l’adv ha suscitato polemiche e critiche molto più forti: il Vaticano ha deciso di muovere azioni legali per difesa di immagine contro una pubblicità considerata irresponsabile e assurda e aspri sono stati i commenti anche da parte dell’Egitto (tra le foto c’è anche il bacio tra il Papa e l’Imam della Moschea Al-Azhar del Cairo) e della Casa Bianca.

1 Trackback & Pingback

  1. Monitaly 20-27 nov: il governo Monti muove i primi passi e l’Italia rientra tra le figure chiave dell’eurozona | Misurarelacomunicazione

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*