L’attentato di Brindisi e il terremoto: la risposta del web internazionale

Dal 20 al 23 maggio sono stati 5177 i post per il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna e 1463, dal 19 al 23 maggio, quelli per la bomba esplosa a Brindisi, provocando la morte di Melissa Bassi.

Il web torna ad interessarsi al nostro Paese: quali sono le aree linguistiche che più hanno messo in luce questi due topic? Quali sono le parole più associate ai due eventi? Quale è il mood che ha travolto il web?

Le aree linguistiche nelle quali viene dato maggior risalto alla tragedia di Brindisi sono rispettivamente l’inglese con 406 occorrenze, lo spagnolo con 229, il francese con 183, il portoghese con 171 e il russo con 161; mentre per quanto riguarda il terremoto che ha devastato Modena e Ferrara abbiamo 1350 post in inglese, 1099 in spagnolo, 633 in russo, 610 in portoghese e 444 in giapponese.

L’ATTENTATO DI BRINDISI

Le correlazioni più forti sono, in tutte le aree analizzate, con il nome della scuola intitolata alla vedova del giudice Falcone, che si ricollega ad un altro elemento fondamentale nella costruzione giornalistica/2.0 della storia: la mafia.

L’occorrenza ‘mafia‘ è presente infatti 314 volte e viene legata all’evento da un doppio filo: da una parte il 20esimo anniversario dall’attentato al giudice Falcone, e – soprattutto – dall’altra parte il primo filone seguito dagli investigatori che sembrava lasciar supporre un coordinamento di stampo mafioso alla base dell’attentato. Ipotesi successivamente scartata, e ieri tornata sulle pagine dei giornali. Molti blog hanno seguito l’evoluzione:

“Todos debemos romper la omertà” (blog in lingua spagnola)

Attentat de Brindisi : le procureur doute de l’implication de la mafia (blog in lingua francese)

Mafia Involvement Not Certain in Italy School Blast (blog in lingua inglese)

I richiami emotivi legati all’accaduto sono pochi, ma molto forti: la parola ‘shock’ è presente 63 volte e ‘lutto’ 40 volte .

Importanza speciale viene data alle parole del Pontefice (citato 35 volte), che ha condannato l’attentato sottolineando la viltà del colpire giovani studenti e a quelle del Primo Ministro Monti (citato 60 volte), che parla della fermezza e della rigidità con cui ci si occuperà delle indagini:

“Vil” atentado contra escuela: Papa

Monti condena atentado de Brindisi y promete “determinación y firmeza”

IL TERREMOTO IN EMILIA ROMAGNA

In questo caso le correlazioni più importanti si riferiscono alle “stime post terremoto” sia quelle relative alla perdita di essere umani, sia quelle relative all’entità dei danni fisici. Sono 1216 le occorrenze per la parola ‘morto’. 640 per ‘danno‘, 597 per ‘edifici’, 377 per ‘storico’ (riferito al “patrimonio storico della regione”) e 297 per ‘Agostino’ (riferito al Castello di Sant’Agostino in provincia di Ferrara):

El terremoto de Italia dejó la historia en escombros (blog in lingua spagnola)

Fort séisme en Italie : au moins six morts (blog in lingua francese)

イタリア地震 世界遺産も被害 (blog in lingua giapponese)

Curiosa la presenza della parola ‘Nostradamus’ in 102 casi: una parte del web pare essere molto interessato a fotografare il triste fatto accaduto nel nostro Paese come un’ulteriore manifestazione delle previsioni dello scrittore de Le Profezie sull’imminente fine del mondo:

¿Nostradamus predijo el sismo en Italia? (blog in lingua portoghese)

PROFECIA DE NOSTRADAMUS EN DESARROLLO 20 DE MAYO DE 2012 SISMO EN ITALIA ¿SE ADELANTO EL FIN DEL MUNDO ? (blog in lingua spagnola)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*