Focus Twitterpolitica: Renzi, Bersani e Vendola a #csxfactor

Su Twitter il confronto televisivo sulle primarie del centrosinistra ha avuto un’eco senza precedenti per la politica italiana, con volumi di condivisione (circa 127 mila tweet durante la trasmissione con punte di oltre 1500 al secondo) raggiunti in passato solo dal Festival di Sanremo 2012 e l’hashtag #csxfactor in cima ai trending topic mondiali.

Qual è l’immagine dei tre contendenti più twittati?

Lo strumento è Twitterpolitica, la classifica quotidiana dei leader politici italiani più citati su Twitter attraverso mentionhashtag e le parole chiave più associate ad ognuno di essi. La scelta di analizzare mention e hashtag dipende dall’importanza che questi due elementi hanno nella sintassi del medium: la mention esprime un’interazione diretta (o quantomeno una volontà di interazione) con il soggetto citato, l’hashtag indica che il soggetto è l’argomento principale del tweet e permette di seguire conversazioni su un determinato tema.

I tweet del 12 novembre con mention o hashtag di Renzi, Bersani o Vendola sono complessivamente 38.896. La classifica delle citazioni vede Renzi in vetta con 21.545 citazioni. Seguono Bersani (13.697) e Vendola (10.593), più vicini tra loro. Un dettaglio interessante: Bersani ottiene molte più mention che hashtag (per Renzi e Vendola il rapporto è circa del 50%). Possibile spiegazione: Bersani ha usufruito del supporto diretto di numerose microstrutture che lo hanno sistematicamente citato o ritwittato (vedi sotto il network delle citazioni).

Le citazioni per hashtag (#) o mention (@) di Renzi, Bersani e Vendola il 12/11/2012

La maggior parte dei tweet (30823) sono stati pubblicati tra le 20 e le 23, da mezzora prima a mezzora dopo la diretta televisiva. Solo Renzi ottiene già nel pomeriggio un picco di visibilità, con quasi 700 retweet per la sua presa di distanza da “I fantastici 5″ (l’immagine pubblicata sul sito del Pd in cui i partecipanti al dibattito vengono raffigurati come supereroi).

Le citazioni ora per ora

Nelle ore di massima attività (dalle 20 alle 23) è sempre Renzi che raggiunge il maggior numero di picchi di citazioni per minuto, ma è Vendola, con il suo andamento fortemente oscillante, ad avvicinarsi più spesso alla prima posizione. Bersani procede invece in modo più monotono.

Le citazioni minuto per minuto dalle 20 alle 23

Il primo tema che supera la soglia dei 200 tweet al minuto è: cosa risponderebbero i politici a un giovane in cerca di occupazione. Vendola viene citato non tanto per la sua risposta (“ribellarsi alla precarietà”) quanto in modo critico per l’uso dell’interlocuzione berlusconiana “mi consenta”. Convince di più Bersani e la sua formula “meritocrazia e uguaglianza”. Tuttavia è Renzi pochi minuti dopo a rubare la scena con il suo slogan “conoscere qualcosa, non qualcuno”.

Il picco di attenzione si raggiunge con il botta e risposta tra Renzi e Vendola su Marchionne. Renzi viene apprezzato quando invita il CEO Fiat a “fare una macchina bella ogni tanto” e soprattutto quando fa mea culpa sulle sue prese di posizioni precedenti (“avevo creduto in lei”), ma la risposta di Vendola (“io non le ho mai creduto”) si guadagna le simpatie dei commentatori, nonostante l’appellativo inesatto di “ingegnere” rivolto a Marchionne (o forse anche grazie a questo).

Gli altri momenti di massima partecipazione coinvolgono sempre Renzi. Sulla casta il sindaco di Firenze ottiene consensi quando si schiera per l’abolizione del finanziamento pubblico e quando risponde efficacemente all’obiezione sollevata da Bersani e Vendola (“così si lascia la politica ai ricchi”) constatando che la politica è già in mano ai ricchi e che la colpa è anche della mancata approvazione della legge sul conflitto di interesse.

Il passaggio decisivo per Renzi è il suo secco no a Casini nella coalizione di centrosinistra: qui il politico ottiene il massimo dell’attenzione e la mantiene per più tempo senza condividerla con gli altri, che sul tema si mostrano incerti.

Durante l’appello finale Vendola ottiene più commenti di Bersani, ma il primo incassa soprattutto critiche per la prolissità e i toni strappalacrime, il secondo invece mette a segno il suo colpo più riuscito. Lo si vede dall’analisi dei Tweet più ritwittati: la frase di chiusura di Bersani (“non chiedo di piacere ma di credermi”) è tra le prime dieci.

I Tweet più ritwittati RT
RT @pbersani: Bel confronto. Dai che siamo forti. #pb2013 #ilconfrontoskytg24 #CSXfactor 284
RT @matteorenzi: Grazie a tutti. È bello pensare che le primarie restituiscano dignità alla politica. Io #Adesso in camper verso Firenze: domattina al lavoro 258
RT @NichiVendola: Mamma quanto ho sudato. Grazie a tutti. 241
RT @riotta: Questo deve essere un paese in cui trovi un lavoro se conosci qualcosa non se conosci qualcuno @matteorenzi 187
RT @NichiVendola: Caro ingegner Marchionne, io non gli ho mai creduto. Non si fa un atto di fede verso un piano industriale, si legge. 123
RT @NichiVendola: Non ho pregiudizi verso Casini. Ho un giudizio: faccio fatica a immaginarlo come mio alleato. 110
RT @pbersani: Basta con la fabbrica delle illusioni. Non chiedo di piacere ma di credermi per le cose che dirò. insieme ne usciremo #csxfactor #pb2013 108
RT @matteorenzi: Non so a chi sia venuta in mente e perché. Ma noi dovremmo parlare agli italiani, non farci ridere dietro #fantastici5 #fail 98
RT @mariocalabresi: #Renzi :”Se si crede alle profezie dei Maya si può credere anche alle profezie di D’Alema”. #primarie 89
RT @pbersani: 17.000 ragazzi stanno rinunciando all’università. Destinare più fondi al diritto allo studio. #csxfactor #pb2013 #ilconfrontoskytg24 85

La classifica dei retweet mostra l’importanza della rete di citazioni che propaga i messaggi dei leader. Questo vale soprattutto per Renzi. Mentre i messaggi di Bersani e Vendola appaiono sulle rispettive timeline in contemporanea alla diretta tv (c’è chi critica i leader, oppure i loro uffici stampa che twittano in diretta) e i retweet citano direttamente il loro account, quelli di Renzi passano per firme di altri più autentici leader d’opinione come Gianni Riotta, Andrea Sarubbi e Mario Calabresi. Bersani viene citato più frequentemente da associazioni di sostenitori e colleghi di partito, mentre Vendola appare meno inserito nelle maglie della rete di conversazione.

Il social network delle citazioni su Twitter dalle 20 alle 23. I nodi rappresentano gli utenti, la grandezza dei nodi è data dal numero di utenti che li citano, la soglia minima per comparire nel grafico è essere citati da 20 utenti, la grandezza dei collegamenti è data dal numero di volte che un utente ne cita un altro - Clicca sull'immagine per allargare

Per finire due indicazioni dall’analisi dei temi: gli hashtag più frequenti dalle 20 alle 23 mostrano una forte preoccupazione per l’emergenza lavoro (#Marchionne, #lavoro, #Fiat, #Ichino, #Fornero) ma anche una propensione a sdrammatizzare e una voglia di leggerezza tipica del social network (il #fail del PD con I’immagine dei Fantastici 5, quello di Vendola che sbaglia il nome di Giannino, la battuta di Briatore su Renzi che sembra un partecipante a The Apprentice ecc).

La word cloud degli hashtag più utilizzati

3 Commenti su Focus Twitterpolitica: Renzi, Bersani e Vendola a #csxfactor

  1. mi sembrano pochi rispetto a quello che riporta Repubblica ww.repubblica.it/politica/2012/11/13/news/primarie_il_confronto_in_tv_ma_la_discussione_su_twitter-46542706/?ref=HRER1-1

    • Matteo Borsacchi // 15 novembre 2012 a 9:52 // Rispondi

      Ciao Giando, grazie per l’interessamento. La nostra analisi è circoscritta ai tre leader e ai tweet che li citano con mention o hashtag (la stessa metrica che usiamo per la classifica quotidiana). I dati sono stati scaricati interrogando la API di Twitter e dovrebbero essere completi al 100% (almeno quelli sopravvissuti fino alle 9-10 del 13 mattina, c’è sempre chi cancella o modifica). I dati su Repubblica invece fanno riferimento al “volume totale dei tweet riguardanti il dibattito”, non so quali siano i criteri di ricerca più precisi visto che solo il 67% contiene #ilconfrontoskytg24 o #csxfactor. Comunque anche noi citiamo questi dati a inizio articolo. A presto :)

  2. francescaRomana Marzi // 15 novembre 2012 a 12:19 // Rispondi

    Report concreto,facilmente assimilabile e completo.BRAVI

2 Trackback & Pingback

  1. Cosa rimane di un dibattito all’americana? | Misurarelacomunicazione
  2. analisi twitterpolitica #1csx2: Bersani metaforico e in ripresa, Renzi meritocratico vince sui contenuti | Misurarelacomunicazione

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*