Consigli a chi scrive per amore o per mestiere

Secondo Copy blogger molte persone che scrivono per passione o professione sono atterrite dall’idea che sia stato già inventato tutto e che sia diventato terribilmente complicato acquisire originalità e autorevolezza.

Non è così: le vie della scrittura sono imprevedibili e infinite.

Qualche consiglio può aiutare:

Ruba idee da fonti differenti

Dove rubare significa prendere spunto da una moltitudine variegata di voci, dentro e fuori dal web, e rielaborarle in modi innovativi.

Sviluppa uno stile che ti caratterizzi

Sii originale, riconoscibile, persuasivo, utile al lettore. Assumi posizioni autonome, forti, anche scomode, consapevole che non si può piacere a tutti.

Ma, prima di costruire una personalità, bisogna imparare da chi è venuto prima. L’autrice dell’articolo consiglia di analizzare gli autori preferiti per ricostruirne stile e tecnica.

Diventa uno scrittore migliore

Nell’immediato riciclare materiale vecchio è più facile. Nel lungo periodo vince chi fa uno sforzo per sperimentare tecniche e stili nuovi e non si fa ingabbiare dalle proprie abitudini.

Comincia da bozze penose

Maturare uno stile richiede tempo, calma e perseveranza. Significa provare e riprovare. Definire obiettivi e dare una struttura al testo. Cancellare progressivamente errori grammaticali, ridondanze, imprecisioni lessicali.

Componi conclusioni stimolanti

Si scrive per condividere informazioni ma anche per appassionare ed emozionare i lettori. A volte è meglio partire dal finale e costruire il pezzo a ritroso.

Scrivi di meno (e leggi di più)

Per Copy blogger un post leggendario vale più di centinaia di contenuti riciclati. Punta su qualità e originalità: il web è già pieno fin sopra i capelli di roba scadente.

3 Commenti su Consigli a chi scrive per amore o per mestiere

  1. Sottoscrivo tutti i punti. L’ultimo in particolare. Andrebbe incorniciato e posato su ogni scrivania, o trasformato in sfondo per tutti i desktop: quando non si ha nulla da dire, meglio non dire nulla.

  2. Grazie del contributo, Alessandro. In effetti se gli internauti dosassero con maggiore oculatezza le parole vivremmo in un web migliore :)

  3. Magari un giorno succederà il miracolo, si smetterà di parlarsi addosso pur di scrivere un post tutti i santi giorni. Dico, quando non si ha da scrivere un post non per questo si è morti o invisibili. Ci sono un sacco di contenuti da leggere, commenti da lasciare, notizie da trovare… l’idea per il post verrà domani, o dopodomani :)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*