Il fact-checking restituisce dignità al dibattito politico. Un’analisi su #lospoglio e #skyfactcheck

“Chi non è certo di nessun dato di fatto, non può neanche esser sicuro del senso delle sue parole”. (L. Wittgenstein)

Ieri Silvio Berlusconi è stato ospite di Ilaria D’Amico a “Lo Spoglio“, il programma di SkyTg24 che ospiterà ogni lunedì e mercoledì alle 20:30 i candidati premier alle prossime elezioni. La novità del format è che le dichiarazioni degli intervistati vengono sottoposte in tempo reale al fact checking da un gruppo di ricercatori della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata (qui il video in cui la Prof. Simonetta Pattuglia spiega il progetto).

Abbiamo collaborato con loro per analizzare il live tweeting dell’evento e il riscontro su Twitter dei vari fact checking, e abbiamo scoperto che la verifica imparziale, rigorosa e cooperativa delle informazioni si sta guadagnando uno spazio di primo piano tra i contenuti del dibattito politico.

Ce ne dà misura l’analisi dell’attività su Twitter minuto per minuto: dalle  20 alle 22:30 il secondo picco di partecipazione è provocato dalla diffusione dell’esito negativo di un fact-checking, quello sulle leggi approvate da Consulta e Corte Europea. Gli altri picchi sono generati dalle solite trovate della politica-spettacolo berlusconiana: battute, paradossi, provocazioni.

La stessa impressione si ottiene scorrendo i tweet più ritwittati. Su 5 dei messaggi più condivisi 3 provengono dall’account ufficiale @Skytg24, due sul fact checking e uno sul voting da casa. Va sottolineato che gli esiti negativi destano più interesse di quelli positivi (dipende dal soggetto in questione? vedremo con le prossime analisi):

E’ interessante notare come anche gli altri messaggi mettano in discussione le affermazioni dell’intervistato, ma la differenza di toni e di metodo è lampante: da un lato sarcasmo, allusione, un linguaggio pesante, dall’altro una chiara indicazione del tema contestato e la giustificazione della propria critica. Ci auguriamo che la verifica dei fatti continui a riprendersi la scena a spese degli opinionismi urlati.

1 Trackback & Pingback

  1. Monti a #lospoglio, poco materiale per il #factchecking | Misurarelacomunicazione

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*