Twitterpolitica 21/2 ore 16: dalle piazze di Grillo alla politica dei fake

I dati aggiornati in tempo reale di Twitterpolitica rivelano una campagna elettorale che, al di là delle comparsate televisive (come al solito commentate in diretta dagli utenti), offre spunti di riflessione modesti.

Non sorprende che, piuttosto che Monti e Bersani, ad attirare l’attenzione sia ancora Beppe Grillo: lo Tsunami tour del comico genovese integra abilmente media sociali e comizi vecchio stampo, riuscendo a parlare con efficacia il linguaggio delle emozioni. Nei confronti di Grillo e del suo movimento, tuttavia, sono diffuse pure opinioni fortemente critiche.

Per il resto a suscitare le due reazioni principali, in mattinata, sono due fake: uno è quello, oramai tristemente noto, di Oscar Giannino, che ha mentito pure sulla sua partecipazione allo Zecchino d’Oro. Il candidato premier di Fare per fermare il declino, nonostante tutto, intende ancora portare avanti i temi del suo movimento.

L’altro fake è la finta Veronica Lario che dichiara di aver ricevuto, come tanti cittadini, la lettera dell’ex marito Silvio Berlusconi che promette il rimborso dell’IMU 2012: in mattinata il relativo tweet ottiene migliaia di risposte e diviene virale pure su Facebook.

Minore risalto ottengono la dura critica di Ingroia (indubbiamente il candidato meno visibile dei sei) e la notizia degli anziani in fila convinti di poter ottenere da subito il rimborso dell’IMU.

I fake di questa campagna elettorale fanno passare in secondo piano le dichiarazioni di Martin Schulz, europarlamentare tedesco che invita gli italiani a non votare Berlusconi, suo nemico di vecchia data.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*