Dieci dritte per il SEO copywriter

seo copywritingGli animali sfornati dalla fattoria di Google (il Pinguino, sviluppato per penalizzare link fasulli e innaturali; il Panda, studiato per premiare contenuti originali e di qualità) hanno sconvolto la tradizionale attività della search engine optimization: l’obiettivo, lodevole e difficile, è punire i vecchi stratagemmi e premiare sia chi produce materiale inedito e di buona fattura sia chi stringe relazioni autentiche sul web.

Content Verve ha messo nero su bianco dieci suggerimenti utili a chi scrive contenuti per il web in ottica SEO:

Scrivi per gli esseri umani

L’evoluzione di Google mira a spronare le persone a esprimersi con naturalezza, senza trucchi e accorgimenti sleali.

Non ripetere ossessivamente le parole chiave

Quello della keyword density è un mito duro da sfatare: ripetere gli stessi termini in maniera forzata produce più danni che altro.

Varia il linguaggio

I motori di ricerca, attraverso sistemi come l’LSI, hanno imparato a collegare sinonimi e termini correlati per migliorare le ricerche: un motivo in più per arricchire il proprio linguaggio.

Adopera le parole chiave correlate

Strumenti come l’operatore tilde (~) o Google keywords tool aiutano a trovare per ogni termine parole correlate. Utile per differenziare il lessico e individuare i termini cercati con maggiore frequenza.

Scrivi testi lunghi e informativi

A quanto pare le pagine che ottengono visibilità su Google, nonché un numero maggiore di link e condivisioni, presentano in media oltre 2.000 parole. Una quantità abnorme che cozza con l’immediatezza del web, specie quando la lunghezza non è giustificata dalla ricchezza dei contenuti.

Sfrutta la coda lunga

Sui motori di ricerca è difficile primeggiare con le parole più diffuse (come marketing o social network). Meglio puntare su espressioni meno note ma più specifiche (come dieci suggerimenti per il seo copywriting) che portano un traffico ridotto ma selettivo.

Anticipa le domande degli utenti

Spesso le persone pongono ai motori vere e proprie domande, abbastanza precise (come aggiungere una galleria di immagini su WordPress?): un esempio di coda lunga.

Diffondi i tuoi messaggi

Google favorisce sia le pagine condivise sui social network che quelle linkate da siti autorevoli. Di qui l’importanza di pubbliche relazioni on line, forum, newsletter, guest blogging e così via.

Valorizza Google+

Il social network di Mountain View col suo +1 è sempre più influente nelle ricerche e, attraverso l’Author Rank, permette di collegare al profilo personale i propri contenuti a prescindere dal posto in cui sono pubblicati.

Non trascurare i vecchi tag

Title meta description sono ancora tra i primi elementi presi in considerazione da Google.

dieci suggerimenti per il seo copywriting

1 Commento su Dieci dritte per il SEO copywriter

  1. Ottimo schemino riepilogativo. Della serie… mi ripasso un attimino le regole perche’ ne ho perso di vista qualcuna. Grazie per avercele schematizzate e infografizzate :-(

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*