La buona educazione su LinkedIn

linkedin 5Come ogni ambiente sociale anche LinkedIn ha le sue regole: scritte e non scritte. Che purtroppo non tutti rispettano, soprattutto nei gruppi.

Top Dog Social Media ha provato a riassumerle così:

Cosa fare

  1. Scegli una foto del profilo “seria”. Per giocare con gli avatar ci sono Facebook e compagnia cantante.
  2. Condividi solo informazioni pertinenti con la tua professione. Lascia il privato fuori dalla porta
  3. Personalizza le richieste di contatto, motivandole. I messaggi indifferenziati risultano spesso poco convincenti
  4. Invia un messaggio di benvenuto.
  5. Personalizza le richieste di segnalazione e proponi di ricambiare… ma solo se è il caso.
  6. Coltiva le relazioni nel tempo. Perché aggiungere persone a caso senza conoscersi e senza interagire?
  7. Rendi visibile la lista dei tuoi contatti, almeno a chi fa parte della tua rete.
  8. Presenta i tuoi contatti ad altri della tua rete.
  9. Disattiva le notifiche quando aggiorni il profilo, onde evitare di intasare i feeds dei tuoi contatti.
  10. Rispondi ai messaggi entro pochi giorni (o poche ore).

Cosa non fare

  1. Non usare LinkedIn adottando logiche e abitudini di altri social network.
  2. Non inviare richieste di contatto a caso, solo per fare numero. Sii mirato nell’allestimento della tua rete professionale.
  3. Non chiedere segnalazioni a gente che sa poco o nulla delle tue competenze.
  4. Non esagerare con la pubblicazione dei post (uno al giorno è sufficiente).
  5. Evita lo spam.
  6. Evita le autopromozioni.
  7. Evita commenti inutilmente polemici.
  8. Non inviare messaggi a destinatari multipli. O almeno oscura i nomi dei vari destinatari.
  9. Non chiedere un like per la tua pagina Facebook o cose simili.
  10. Non iniziare messaggi con frasi penose come: Ho visto che hai visitato il mio profilo…

LinkedIn-Etiquette

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*