Cogliere l’attimo sui social media

socialtimingScegliere il momento in cui pubblicare non è affatto indifferente ai fini del risultato: vale per ogni mezzo di comunicazione, antico o meno, e a maggior ragione nel web 2.0, dove l’interazione avviene in tempo reale.

Ogni canale, però, ha le sue dinamiche che Fannit ha provato a ricostruire.

Facebook

Sul social network più diffuso conviene pubblicare nei giorni feriali la mattina presto, dalle 6 alle 8, o nel primo pomeriggio, dalle 14 alle 17; mentre è meglio fermarsi nel fine settimana e dalle 22 in poi.

Oramai molti utenti si collegano via mobile e una delle prime azioni, appena svegli, è connettersi. Le ore di lavoro, a quanto pare, sono stranamente dedicate ad altro.

Twitter

I cinguettii, invece, si concentrano nel fine settimana, soprattutto nel primo pomeriggio, e nella fascia oraria tra le 13 e le 15. Anche Twitter la sera è poco frequentato, con un calo dell’attività dalle 20 in poi.

Su Twitter diventa ancora più decisiva la capacità di sintesi: i tweets più condivisi presentano meno di cento caratteri e al massimo due hashtags.

Google+

Il canale social di Big G, al contrario, sembra funzionare durante le ore di lavoro, in particolare dalle 9 alle 11, mentre perde terreno nel tardo pomeriggio. Potrebbe essere dovuto alla natura del mezzo, usato sempre più spesso per le relazioni professionali, le videoconferenze e le utili communities.

LinkedIn

Il social network dedicato la lavoro non viene usato durante le ore di lavoro, ma immediatamente prima o dopo e soprattutto nei giorni centrali della settimana.

Pinterest

Il social delle immagini presenta diverse peculiarità: i suoi utenti rimangono collegati per un tempo medio maggiore e preferiscono il sabato mattina e le ore non solo del primo ma anche del tardo pomeriggio.

Blog

I blog richiedono regolarità: per fidelizzare i lettori è consigliabile pubblicare sempre alle stesse ore e negli stessi giorni della settimana; può bastare anche un post alla settimana, purché non manchino la qualità e la coerenza nella scelta degli contenuti.

I giorni migliori per pubblicare sembrano lunedì, venerdì e sabato; la fascia oraria più utile è la tarda mattinata.

Ovviamente ogni attività è un caso a sé e l’esperienza può confermare o meno questi dati: la cosa più intelligente è studiare le reazioni del pubblico e ritagliare una strategia su misura.

socialtiming big

2 Commenti su Cogliere l’attimo sui social media

  1. Ottimo articolo!

    Bè diciamo che ne ho sentite di tutti i colori sul giusto orario su cui pubblicare.. Ognuno a la sua teoria, ma questo contenuto mi sembra molto sensato! L’unica cosa di cui sono certo e ho sentito molto in giro è che il venerdi è uno dei giorni in cui i social sono più visitati e dove tutto ha più effetto ;)

    Ciao e a presto!
    Valerio Pezzano

  2. Articolo interessante e utile. Grazie.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*