MonItalyTM: uno strumento unico per il nation brand Italia

click here for the english version small_english_flag

Oltre 2 milioni di articoli e 12 milioni di post sull’Italia raccolti e analizzati. Per la stampa, le testate di 20 paesi strategici: USA, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Germania, Polonia, Svezia, Russia, Ucraina, Turchia, Egitto, Cina, India, Giappone, Australia, Canada, Messico, Brasile, Argentina, Cile. Per il web 2.0, che non permette sempre una localizzazione attendibile, 12 aree linguistiche: inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, polacco, russo, svedese, turco, arabo, cinese semplificato, giapponese. Tutto questo dal 2009, ogni giorno, in tempo reale, con un sito-dashboard riservato al committente e ad alcuni vertici istituzionali.

titol

MonItalyTM – questo il nome del progetto – è il più importante strumento di monitoraggio del nation branding italiano esistente nel nostro Paese. Non c’è nient’altro in Italia che si avvicini a MonItalyTM per ampiezza, durata, tempestività, profondità e multidimensionalità dell’analisi. Aggiungo: non solo in Italia. Non conosco almeno in Europa progetti pubblici o privati della stessa importanza.

Va riconosciuto all’allora CEO di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, e al CEO attuale Carlo Messina il merito di aver capito l’importanza strategica del nation branding per il nostro Paese, e consentito la nascita di MonItalyTM. Straordinario l’impegno e la creatività delle due società che si sono occupate della sua ingegnerizzazione, affrontando e superando difficoltà e problemi imponenti di ogni genere: Eikon Strategic Consulting srl prima, Body&Society poi.

MonItalyTM misura quanto e come si parla dell’Italia in quei 20 paesi e in quelle 12 aree linguistiche. Ovvero la sua identità e immagine nella comunicazione sociale. Dal 2009 ogni giorno rispondiamo a queste domande:

  • quanto si parla dell’Italia: gli indicatori quantitativi della sua visibilità confrontati alla visibilità degli altri paesi e aree linguistiche
  • come se ne parla: il mood e la reputazione associati al nostro paese, e confrontati con quelli di altri paesi-chiave (variabili positive e negative)
  • chi ne parla
  • di cosa si parla
  • i key-word del brand Italia: persone, settori economici, business brand, luoghi, simboli, entità ecc).

Su tutti i punti precedenti, il confronto nel tempo, nello spazio e sulla percezione positiva/negativa: come cambia l’identità percepita dell’Italia, se sale o scende quantitativamente e qualitativamente rispetto ad altri nella nation brand competition internazionale, come evolvono i suoi stakeholder, come cambiano le highlight negative e positive ecc.

L’obiettivo finale di MonItalyTM è facilitare l’indirizzamento efficace delle attività di costruzione della brand identity italiana a tutti i livelli (nazionale, locale, periferico) e in tutte le aree significative  (economia, cultura, sport, life style, persone ecc) per chiunque vi sia coinvolto come soggetto attivo o passivo.

Il 1° Rapporto sul brand Italia verrà presentato in un evento pubblico di cui daremo l’annuncio nei prossimi giorni insieme ad Intesa Sanpaolo. Intanto dal 10 febbraio il sito MonItaly.net diventerà un portale pubblico sul nation brand Italia e sulle tematiche del nation branding internazionale. Dashboard custom saranno disponibili per chi le richiederà: istituzioni, enti, organizzazioni, aziende e persone  coinvolte nell’immagine internazionale del nostro Paese, e attive ad ogni livello nel Made in Italy.

Ora qualche dato:

2009-2013: la visibilità stampa

3

2013: la visibilità stampa per mese

2

2013: la visibilità web 2.0 (blog)

1

2013: quali paesi hanno parlato di più dell’Italia (stampa)

4

2013:  quali aree linguistiche hanno parlato di più dell’Italia (web)

5

2013: le aziende più presenti negli articoli in cui si parla dell’Italia (stampa)

6

2013: i key people dell’identità italiana (stampa)

7

2013: le parole più frequenti negli articoli positivi e negativi (stampa)

8

2013: le parole più frequenti nei post positivi e negativi (web)

9

 

 

 

1 Trackback & Pingback

  1. La grande bellezza e la visibilità internazionale dell’Italia: secondo MonItalyTM la stampa molto meglio del web. [2a parte] - misurare la comunicazione | misurare la comunicazione

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*