#Myselfiestory: una campagna di auto ri-scatto in 3selfie e 3 tweet

myselfie1Che cosa nasce se metti insieme un blog di una grande testata dedicato alle donne e una community di passaparola? La campagna #myselfiestory, un hashtag tutto al femminile per raccontarsi su Twitter attraverso i propri “selfie”, autoscatti digitali che immortalano i momenti più disparati della nostra vita.

In collaborazione con la27a ora del Corriere della Serala community online ZZUB.IT ha lanciato una call to action a tutte le donne: raccontati in 3 selfie e tweet. Sfoglia i selfie che hai sul tuo smartphone, scegline 3 per raccontarti e condividili su Twitter con l’hashtag #myselfiestory. 

Quello che ZZUB ha chiesto alle donne è: “pubblica la tua #myselfiestory e condividila, perché non sei sola. Insieme a te tante altre stanno scrivendo la propria #myselfiestory e tutte diventerete parte di un racconto collettivo. Le vostre storie, messe insieme, daranno vita a una nuova storia.”

Il giorno della laurea, l’arrivo di un figlio, una presa di consapevolezza, il momento perfetto con gli amici o un momento imperfetto da soli, un giorno da ricordare o un giorno che stai cercando ancora di dimenticare: i selfie pubblicati su Twitter con #myselfiestory ci mostrano una timeline tutta al femminile che non ha timore di mostrarsi, di guardarsi e di farsi guardare. Così com’è.

myselfie

La campagna ZZUB ha invitato le donne a svelarsi attraverso un autoritratto già scattato, già posseduto. #Myselfiestory non è una call to action per mostrarsi belle, vincenti, affermate, senza paura. E’ un invito tutt’altro che banale. #Myselfiestory è la rivincita della normalità, l’auto ri-scatto del volto comune, la rivalsa della quotidianità con cui le donne si riappropriano della propria immagine. Con un selfie. E un tweet per raccontarlo.

#Myselfiestory non è solo un hashtag su Twitter, 100 di queste storie verranno selezionate da una giuria e diventeranno un ebook prodotto dal Corriere della Sera.

#Myselfiestory è un progetto più ampio che oggi oltrepassa i confini del mondo online e diventa momento di incontro concreto: il racconto collettivo dei tweet #myselfiestory dà vita all’evento Auto Ri-Scatto, un’inchiesta di Luisa Pronzato e Giovanna Pezzullo.

Oggi alle 18, presso il Piccolo Teatro Grassi di Milano esploreremo con interventi, foto, video e canzoni come le donne si raccontano quando sono loro stesse a rappresentarsi.

Dopo l’introduzione di Barbara Stefanelli, vicedirettrice del “Corriere”, interverrà Cristina Cenci, antropologa del web, che analizzerà il significato sociale del selfie. Assisteremo poi a una serie di performance con tre vocalist (Valeria Gandus, Laura Ciceri, Carolina Borella) e tre videoartiste, Juno Calypso, Cristina Nunez e la coreana Kimsooja.

Programma

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*