Sport e Italia: nel 2016 forte diminuzione della visibilità internazionale

Forte diminuzione del peso dello Sport nella visibilità internazionale dell’Italia. MonItalyTM, di Eikon Strategic Consulting, ha misurato l’incidenza dello Sport sull’immagine dell’Italia all’estero nei primi 8 mesi del 2016.

Ecco i dati.

  • Stampa: solo il 12% degli articoli parla di Sport. Ancora più basso il dato del Web (3%)
  • Nel confronto con gli altri temi che riguardano l’Italia, lo Sport è ancora competitivo sulla stampa (18,4%). In rete lo Stile di Vita schiaccia gli altri temi e lo Sport si posiziona al penultimo posto, prima dell’Economia
  • Forte caduta d’importanza rispetto agli anni precedenti. Ad esempio nel 2011, secondo MonItalyTM , lo Sport occupava sul web il 14% della visibilità dell’Italia, ma arrivava sulla stampa al 34%
  • I picchi di giugno della time-line sono legati agli Europei di calcio. Nei mesi estivi calo più marcato sul web, che ritorna ai livelli pre-europei. Sulla stampa l’attenzione verso lo Sport correlato all’Italia rimane più alta (Olimpiadi di Rio)
  • I Paesi più attenti alle vicende sportive italiane sulla stampa sono i più ovvi: Spagna, Uk, Francia e Germania. Diversa la situazione sul Web, con i post in giapponese al secondo posto (Valentino Rossi / Yamaha) e l’arabo al terzo, prima dello spagnolo
  • La top ten dei personaggi sportivi, sia su stampa che su web, è quasi tutta occupata dal calcio (calciatori e allenatori), con qualche tennista (sulla stampa) e Valentino Rossi (sul web). Unica eccezione Silvio Berlusconi, legato alla vendita del Milan

Complessivamente, l’idea che lo Sport abbia ancora un ruolo determinante per l’immagine italiana all’estero sembra in crisi, almeno per i primi 8 mesi del 2016. I dati mostrano, al contrario, una certa disaffezione (speriamo temporanea) dei media internazionali verso lo Sport come componente dell’identità dell’Italia. Disaffezione più evidente sul web, meno sulla stampa.

Per l’impatto della vicenda delle Olimpiadi 2024/Roma rimando al nostro post del 22 settembre

Il sistema sportivo istituzionale italiano deve interrogarsi con urgenza sulle ragioni di questo calo d’attenzione. Occorrono nuove strategie di rilancio internazionale del mondo sportivo italiano (e su questo il calcio dovrebbe fare da centro propulsore vista la sua popolarità).

infografica

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*