Brand in Italia e Covid-19: bene TIM e Intesa; tra i più citati online FCA, Banco BPM, UniCredit, Mondadori, AstraZeneca e Sanofi

Nella settimana, il maggior engagement è veicolato da FCA per la nuova 500 ibrida, primo modello del rilancio post-covid. Le maggiori positività si legano a TIM e Intesa Sanpaolo per le donazioni alle fasce di popolazione più compite dall’emergenza

Resta alta l’attenzione nella Rete sul tema Covid-19. Quali sono le novità della settimana rispetto ai brand italiani di cui più si parla in relazione alla pandemia?
Continua il monitoraggio di Eikon Strategic Consulting che prende in esame 200 brand presenti in Italia secondo la classificazione R&S Mediobanca. Nell’ultimo focus abbiamo analizzato il periodo 29 giugno – 5 luglio 2020: quali brand operanti sul territorio italiano sono maggiormente presenti in Rete e in che modo? Quali destano maggiore attenzione da parte degli utenti?
L’analisi ha interessato oltre 2.500 conversazioni, il 96% dei post emerge su fonti web (testate online e blog) mentre solo il 4% dei contenuti è stato selezionato su Twitter.

1

Troviamo ancora FCA in testa alla classifica dei brand più citati nella settimana in Italia. In rilievo anche il comparto bancario con al secondo posto il Gruppo Intesa Sanpaolo e al terzo posto Banco BPM, sulla scia dei rialzi azionari seguiti ai primi test positivi sui vaccini anti Covid-19.
Dal punto di vista dell’interazione degli utenti, ovvero delle condivisioni generate su Facebook e su Twitter, qual è il brand italiano che, nel periodo considerato, ha generato maggiore engagement? Nella settimana 29 giugno – 5 luglio, al primo posto troviamo di nuovo FCA, con oltre 7.800 condivisioni generate su Facebook e Twitter dai post sulla presentazione della nuova 500 ibrida, primo modello per il rilancio post-covid. Seguono Mondadori e Wind, entrambi per le motivazioni che vedremo a breve.

2

Qual è il brand che ha veicolato maggiore positività nel periodo 29 giugno – 5 luglio 2020?
TIM e Intesa Sanpaolo risultano i brand con i giudizi più positivi della settimana, soprattutto grazie alle donazioni alle fasce più colpite dall’emergenza. Da segnalare in particolare il potenziamento gratuito dell’ADSL a 400.000 utenze da parte di TIM e la donazione di Intesa di 18mila album Calciatori Panini 2019-2020 e 11 milioni di figurine ai bambini e alle bambine in difficoltà nel torinese. Per il gruppo bancario, giudizi positivi sono associati inoltre alla dotazione da 10 miliardi di euro del Programma Filiere, nuova iniziativa della Banca a sostegno dell’economia italiana post-emergenza.
Questa settimana le maggiori negatività si legano ai brand Wind Tre e Gruppo Mondadori. Nel primo caso, per via delle perquisizioni nella sede Wind nell’ambito dell’indagine della Procura di Milano su truffe nei servizi a valore aggiunto, sistema, sottolineano gli inquirenti, non interrotto nemmeno dall’emergenza Covid-19. Su Mondadori, invece, pesa il netto rifiuto di Piero Chiambretti alla proposta del Gruppo editoriale di pubblicare un libro sulla sua esperienza personale con il Coronavirus (“Voi siete pazzi”, la dichiarazione di risposta del noto presentatore tv).

3

Quali settori hanno veicolato maggiormente le conversazioni online  nel periodo 29 giugno – 5 luglio? Quali aziende hanno catalizzato l’attenzione nei diversi settori? Il maggior numero di citazioni viene veicolato dai settori Bancario (24,01%) e Automotive (19,21%). Seguono a distanza tutti gli altri settori, in particolare Moda (9,60%).

4

Vediamo ora, settore per settore, i brand che si distinguono per numero di citazioni nel web, in riferimento al tema Covid-19. Nel settore Assicurazioni troviamo Reale Mutua, per il sostegno della sua Fondazione agli studi su fibromialgia e possibili implicazioni da Covid-19. Nel settore Automotive troviamo FCA, come già indicato precedentemente per il lancio del nuovo modello post-covid (nuova 500 ibrida) e per le dichiarazioni di Elkann. Nel Bancario spicca Intesa Sanpaolo, per l’impegno nel rilancio dell’economia post lockdown. Nel settore Energia-Oil è Saipem il marchio più citato, per le dichiarazioni dei vertici sulla ripartenza post-covid e l’importanza del rilancio degli investimenti nelle infrastrutture. Nel settore Media, è Gruppo Mondadori il brand più citato, in riferimento al citato caso Chiambretti. Nel comparto Moda troviamo Giorgio Armani, per le donazioni dello stilista durante l’emergenza Covid e lo spostamento delle sfilate da Parigi a Milano ricordate a margine delle news sul Premio Parete 2020.  Nel Pharma troviamo due aziende: AstraZeneca, per i riferimenti ai test per il vaccino anti-Covid; e Sanofi, per l’evento online #Connessievicini e le dichiarazioni di Marcello Cattani, AD Sanofi Italia. Nel settore Telco troviamo Wind Tre, per le motivazioni già citate. Nel settore Trasporti, infine, si distingue Trenitalia per le notizie sul potenziamento del trasporto regionale.

5

6

 

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*