Brand in Italia e Covid-19: FCA, Sanofi e AstraZeneca i più citati online; bene anche AXA, Barilla, CDP, Eni, Wind Tre

Nella settimana, le maggiori positività sono veicolate da Sanofi, grazie alle news sulla produzione del vaccino nello stabilimento italiano di Anagni; le maggiori negatività si associano invece al comparto bancario e petrolifero per l’andamento negativo dei titoli in borsa generato dai timori di una nuova ondata di contagi e alla news della positività di Trump

Tornano a fare paura i numeri del contagio da COVID-19 in Italia, e nel dibattito pubblico e nell’agenda del Paese il tema pandemia prende nuovo slancio. Anche online l’attenzione rimane alta. Anche questa settimana, quindi, abbiamo realizzato il focus su aziende italiane e Covid-19: quali sono le novità nel periodo 28 settembre – 4 ottobre 2020 rispetto ai brand italiani? Di chi si parla di più online quanto si tocca il tema pandemia?

Il monitoraggio di Eikon Strategic Consulting prende in esame 200 brand operanti sul territorio italiano secondo la classificazione R&S Mediobanca. L’analisi ha interessato oltre 2.400 conversazioni, il 92% dei post emerge su fonti web (testate online e blog) mentre l’8% dei contenuti è stato selezionato su Twitter.

1

In prima posizione nella classifica dei brand più citati in Italia questa settimana, c’è FCA, spinta dalle news sul traguardo raggiunto nella produzione di mascherine (100 milioni di unità) e ai dati delle vendite in ripresa a settembre. In ascesa anche Sanofi grazie alle news sulla produzione del vaccino anti-covid ad Anagni, la visita del ministro Speranza allo stabilimento e le dichiarazioni di Marcello Cattani. Al terzo posto si conferma sempre molto visibile AstraZeneca con l’avvio dell’iter di approvazione del vaccino da parte dell’EMA.

 

Sanofi_Empowering_Italia_01.10.2020-1601560338649.jpeg--sanofi__nello_stabilimento_di_anagni_verra_avviata_la_produzione_del_vaccino

Dal punto di vista dell’interazione degli utenti, ovvero delle condivisioni generate su Facebook e su Twitter, qual è il brand italiano che, nel periodo considerato, ha generato maggiore engagement? Nella settimana 28 settembre – 4 ottobre, al primo posto troviamo – con molto distacco sulle altre aziende- Sanofi, che risulta il brand in grado di generale il maggior engagement grazie alle news sul vaccino anti-covid in produzione in Italia. Particolarmente ripresa la news sull’utilizzo di squalene nella produzione del vaccino Sanofi e GSK viste le critiche degli ambientalisti. Segue AstraZeneca per le news sulla sperimentazione del vaccino. Al terzo posto troviamo FCA spinta dalle condivisioni social delle news sulla produzione di mascherine chirurgiche e sui dati di vendita di settembre.

2

Qual è il brand che ha veicolato maggiore positività e quale quello che ha veicolato maggiore negatività nel periodo 28 settembre – 4 ottobre 2020? È Sanofi il brand con i giudizi più positivi grazie alle news sulla sperimentazione del vaccino, la produzione in Italia ad Anagni e la visita del ministro della Salute Roberto Speranza allo stabilimento. Riferimenti inoltre alle dichiarazioni di Marcello Cattani, Country Lead Sanofi Italia.

Sempre nella settimana analizzata, le maggiori negatività si legano al calo del listino milanese in scia dei timori di una seconda ondata del virus e alle news sulla positività di Donald Trump; tra i brand più citati: Banco BPM, BPER Banca e Saipem.

 

3

 Quali settori hanno veicolato maggiormente le conversazioni online nel periodo preso in esame dal nostro focus? Quali aziende hanno catalizzato l’attenzione nei diversi settori? Il maggior numero di citazioni viene veicolato dal settore Automotive (15,60%). Seguono Bancario (15,48%) e Pharma (13,73%).

4

Vediamo ora, settore per settore, i brand che si distinguono per numero di citazioni nel web, in riferimento al tema Covid-19. Nel settore Alimentare è Barilla l’azienda più citata, grazie al report “Cibo, Città, Sostenibilità. Un tema strategico per l’Agenda 2030” e impatto Covid-19. Nel comparto Assicurazioni, è AXA l’azienda più citata, per i risultati del Future Risks Report con Ipsos e Eurasia Group fortemente influenzati dalla pandemia. Nel settore Automotive troviamo FCA per i 100 milioni di mascherine prodotte dal Gruppo e i risultati delle vendite in ripresa di settembre. Nel Bancario spicca Cassa Depositi e Prestiti, per la nascita del Fondo Nazionale Turismo; nonché per il sostegno di CDP e SACE a Riso Gallo e Liu Jo e per le nuove risorse per 500 milioni di euro alle PMI.

Nel settore Energia-Oil c’è Eni tra le aziende più citate, grazie al report “Eni for Human Rights” e le dichiarazioni di Descalzi su Covid-19. Nel settore Industria, invece, l’azienda più citata online è Fincantieri, per i focolai nei cantieri di Venezia e Ancona; nonché per la Enchanted Princess, la prima unità consegnata post-covid dai cantieri di Monfalcone. Nel settore Moda troviamo Giorgio Armani, ancora per i riferimenti alla prima sfilata in diretta TV in occasione della Milano Fashion Week. Nel Pharma sono presenti due brand diversi: Sanofi e AstraZeneca, per le motivazioni già citate in precedenza. Nel comparto Telco spicca Wind Tre, per le dichiarazioni di Roberto Basso e Rossella Gangi su trasformazione digitale e sviluppo delle infrastrutture accelerati dalla pandemia. Infine, per il settore Trasporti, l’azienda più citata è Trenitalia per la nuova edizione Frecciarossa per la prevenzione oncologica organizzata “virtualmente” per via della pandemia.

5

6

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*