Brand in Italia e Covid-19: CDP e Intesa Sanpaolo i più citati online; bene anche Alleanza, Snam, Versace e Luxottica

Nella settimana, le maggiori positività sono veicolate dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, il brand che raccoglie i giudizi più positivi grazie al sostegno a favore di aziende e settori più colpiti dalla pandemia; le maggiori negatività si associano invece a FCA, per le polemiche sulla riconversione di alcuni stabilimenti alla produzione di mascherine, e ad AstraZeneca, per le polemiche legate al vaccino anti-covid e all’uso di tessuto fetale. 

Continuano purtroppo a salire i numeri del contagio da COVID-19 in Italia, e il tema pandemia resta predominante nel dibattito pubblico e nell’agenda del Paese. Anche online l’attenzione rimane alta. Anche questa settimana, quindi, abbiamo realizzato il focus su aziende italiane e Covid-19: quali sono le novità nel periodo 5-11 ottobre 2020 rispetto ai brand italiani? Di chi si parla di più online quanto si tocca il tema pandemia?

Il monitoraggio di Eikon Strategic Consulting prende in esame 200 brand operanti sul territorio italiano secondo la classificazione R&S Mediobanca. L’analisi ha interessato circa 2.000 conversazioni, il 93% dei post emerge su fonti web (testate online e blog) mentre il 7% dei contenuti è stato selezionato su Twitter.

1

In prima posizione nella classifica dei brand più citati in Italia questa settimana, c’è Cassa Depositi e Prestiti, grazie al supporto ad imprese e settori colpiti dalla pandemia; in particolare emerge il finanziamento da 50 milioni a favore del Gruppo Otb e la creazione del Fondo Nazionale per il Turismo. In rilievo anche FCA con alcuni post e tweet polemici sulla riconversione di alcuni stabilimenti alla produzione di mascherine. In ascesa, al terzo posto c’è Intesa Sanpaolo con una serie di eventi online e in presenza, incentrati sul tema delle scelte finanziarie ai tempi del Covid-19. 

Schermata 2020-10-14 alle 12.47.56

Dal punto di vista dell’interazione degli utenti, ovvero delle condivisioni generate su Facebook e su Twitter, qual è il brand italiano che, nel periodo considerato, ha generato maggiore engagement? Nella settimana 5-11 ottobre, al primo posto troviamo – con discreto distacco sulle altre aziende- c’è AstraZeneca, che risulta il brand in grado di generale il maggior engagement soprattutto per i riferimenti all’uso di tessuto fetale nel vaccino anti-covid. Riferimenti generati dalle polemiche per la rivelazione del New York Times sull’uso di tessuto fetale nel farmaco anti-covid assunto da Trump, uso più volte condannato dalla stessa Casa Bianca. Seguono Enel, Snam, Unipol, Eni e Ferrero, citate dalla giornalista Milena Gabbanelli nel post del Corriere sulle donazioni a sostegno dell’emergenza sanitaria. 

2

Qual è il brand che ha veicolato maggiore positività e quale quello che ha veicolato maggiore negatività nel periodo 5-11 ottobre 2020? È Cassa Depositi e Prestiti l’azienda in grado di veicolare i giudizi più positivi grazie al sostegno a favore di aziende e settori colpiti dalla pandemia. Vanno in questa direzione il finanziamento al Gruppo Otb e la creazione del Fondo Nazionale per il turismo, con le dichiarazioni del Ministro Franceschini e dell’AD di CDP Palermo. 

Al contrario, i giudizi maggiormente negativi del periodo esaminato si concentrano su FCA per le polemiche sulla riconversione di alcuni stabilimenti alla produzione di mascherine. In particolare si segnala la protesta del segretario del Partito Comunista Marco Rizzo e alcuni tweet ironici e polemici sul conflitto di interessi e sul “patto della mascherina” tra Conte ed Elkann. In evidenza anche il rispetto del protocollo anti-covid chiesto dalla Fiom Cgil per l’indotto FCA di Melfi. 

3

Quali settori hanno veicolato maggiormente le conversazioni online nel periodo preso in esame dal nostro focus? Quali aziende hanno catalizzato l’attenzione nei diversi settori? Il maggior numero di citazioni viene veicolato dal settori Bancario (15,18%), Automotive (13,52%) e Industria (13,22%).

Schermata 2020-10-14 alle 12.43.09

Vediamo ora, settore per settore, i brand che si distinguono per numero di citazioni nel web, in riferimento al tema Covid-19. Nel settore Assicurazioni, è Alleanza Assicurazioni l’azienda più citata, per la campagna #FattiAvanti, per orientare i giovani sulle prospettive lavorative nel difficile contesto della pandemia. Nel settore Automotive troviamo FCA per tutte le motivazioni già evidenziate in precedenza. Nel Bancario spiccano Cassa Depositi e Prestiti, Intesa Sanpaolo, UniCredit e BPER Banca: per il sostegno di CDP al Gruppo OTB; per i progetti di educazione finanziaria di Intesa Sanpaolo e BPER; per l’indagine Intesa Sanpaolo su “Bisogni delle PMI post-Covid”; per il sostegno di Unicredit alla filiera vetro. 

Nel settore Energia-Oil troviamo Snam tra le aziende più citate, grazie all’evento Snam-Fondazione Centesimus Annus sulla sostenibilità ambientale. Nel settore Industria, invece, spiccano due aziende: Fincantieri, per i focolai nei cantieri di Sestri e Ancona; WeBuild, poiché si aggiudica il Gold Award ai RoSPA Awards 2020 con il programma di corporate culture “Valyou”, in tema di Health and Safety. 

Anche nel settore Moda troviamo due brand: Versace e Luxottica, insieme per la prevenzione volontaria dei dipendenti contro il Cocid-19. Nel Pharma spicca AstraZeneca, per le motivazioni già citate in precedenza. Infine, per il settore Trasporti, l’azienda più citata è FS Italiane per le dichiarazioni dell’AD di Gianfranco Battisti al Capri Digital Summit sul ruolo funzionale del Gruppo nel periodo del lockdown. 

Schermata 2020-10-14 alle 12.44.00

Schermata 2020-10-14 alle 12.44.21

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*