Brand in Italia e Covid-19: AstraZeneca l’azienda più citata online nella scorsa settimana. Seguono UniCredit, FCA, TIM, Enel, ISP e MPS

Mentre Pfizer cannibalizza l’attenzione (e le speranze) dell’opinione pubblica globale con la news sul vaccino, nella settimana appena trascorsa è ancora AstraZeneca l’azienda più citata, per le previsioni della disponibilità del vaccino anti-covid da marzo 2020. Il brand è anche quello che veicola i giudizi più positivi. Quelli più negativi si concentrano invece su Trenitalia.

 Mentre la notizia del vaccino Pfizer cannibalizza l’attenzione dell’opinione pubblica e influisce sull’andamento delle borse mondiali (lo vedremo meglio nel prossimo report), quali sono le principali novità della settimana appena passata? Nel focus settimanale 2 – 8 novembre 2020, abbiamo analizzato il tema Covid-19 in rapporto alle aziende: di chi si parla di più online quando si tocca il tema pandemia?
Il monitoraggio di Eikon Strategic Consulting, lo ricordiamo, prende in esame 200 brand operanti sul territorio italiano secondo la classificazione R&S Mediobanca. L’analisi ha interessato oltre 2.500 conversazioni, il 91% dei post emerge su fonti web (testate online e blog) mentre il 9% dei contenuti è stato selezionato su Twitter.

1

In prima posizione nella classifica dei brand più citati in Italia questa settimana, ritorna AstraZeneca, per la distribuzione del vaccino anti-covid prevista per marzo 2021 e per il prossimo avvio della sperimentazione su 300 volontari in Italia. Segue Unicredit per i buoni risultati economici del terzo trimestre, in ripresa dopo il primo lockdown. Ad UniCredit si lega anche l’indagine, in collaborazione con Nomisma e Slow Food, sulle economie delle filiere alimentari, penalizzate dai contraccolpi della crisi sanitaria, e l’analisi sull’andamento del Pil in Italia.
Al terzo posto troviamo FCA per i buoni risultati delle immatricolazioni ad ottobre e per i contagiati nello stabilimento di Termoli.

VACCINO-COVID-19-566x400

Dal punto di vista dell’interazione degli utenti, ovvero delle condivisioni generate su Facebook e su Twitter, qual è il brand italiano che, nel periodo considerato, ha generato maggiore engagement? Nella settimana 2-8 novembre 2020, al primo posto troviamo Autogrill: sono state molto riprese, in particolare, le notizie sui contenuti del nuovo DPCM e i riferimenti alla chiusura di bar e ristoranti, ma non dei servizi di ristoro nelle autostrade, come gli Autogrill. A seguire AstraZeneca per le tempistiche della distribuzione del vaccino anti-covid, evidenziati dal direttore dell’area ricerca e sviluppo oncologico Josep Baselga.

Coop, al terzo posto, viene citata come azionista di FICO per la notizia della chiusura fino a Pasqua del parco agroalimentare di Bologna.

2

Qual è il brand che ha veicolato maggiore positività nel periodo 2-8 novembre 2020? AstraZeneca si conferma il brand in grado di veicolare i giudizi più positivi grazie soprattutto alle dichiarazioni del direttore dell’area ricerca e sviluppo oncologico Josep Baselga sui tempi per la distribuzione del vaccino, previsti per il prossimo marzo. Emerge anche l’avvio della fase 3 della sperimentazione, con la somministrazione a 300 volontari.
Al contrario, i giudizi maggiormente negativi del periodo esaminato si concentrano su Trenitalia, legati alla decisione di togliere alcune corse delle Frecce a causa delle perdite registrate dopo le restrizioni per l’emergenza sanitaria. Più bilanciati i giudizi per Monte Dei Paschi di Siena: in negativo i risultati economici dei primi 9 mesi con un rosso di 451 milioni nel terzo trimestre; in positivo si segnala il sostegno economico al Consorzio Vino Chianti Classico, attraverso lo strumento del pegno rotativo.

3

Quali settori hanno veicolato maggiormente le conversazioni online nel periodo preso in esame dal nostro focus? Quali aziende hanno catalizzato l’attenzione nei diversi settori? Il maggior numero di citazioni viene veicolato soprattutto dal settore Bancario (15,27%), Automotive (13,46%) e Pharma (12,37%).

4

Vediamo ora, settore per settore, i brand che si distinguono per numero di citazioni nel web, in riferimento al tema Covid-19. Nel settore Automotive è FCA l’azienda più citata, per i nuovi casi di covid nello stabilimento di Termoli e per l’aumento delle immatricolazioni di auto in Italia ad ottobre.
Nel settore Bancario sono tre i brand più citati: Intesa SanpaoloUniCredit e Monte Dei Paschi di Siena. Riguardo a ISP: per i risultati economici dei primi nove mesi in crescita nonostante la crisi pandemica e i riferimenti al sostegno della Banca per fronteggiare l’emergenza. Riguardo a UniCredit: per lo studio Nomisma-Slow Food sulle economie delle filiere alimentari, per l’outlook della Banca sul Pil italiano, per i risultati economici in ripresa. Riguardo infine a MPS: per il bilancio economico dei primi 9 mesi in rosso, dovuto anche agli effetti dell’emergenza sanitaria; per il sostegno economico al Consorzio Vino Chianti Classico.
Nel settore Energia-Oil troviamo Eni per i risultati economici dei primi 9 mesi: su del 9% l’utile netto ordinario, si riducono i ricavi per l’impatto dell’epidemia da Covid-19.
Nel settore Industria è Fincantieri l’azienda più citata: slitta a fine anno la fusione con Stx per i rallentamenti dell’iter di avvio dalla Commissione Europea causati dall’emergenza Covid.
Nel Pharma spicca AstraZeneca, per le motivazioni già citate in precedenza. Nelle Telco l’azienda più citata è TIM per l’accordo con i principali Atenei del Paese “per assicurare la didattica a distanza con l’obiettivo di agevolare gli studenti e le loro famiglie nella fruizione dei corsi e nell’impiego dei servizi digitali offerti dalle Università”.
Infine, nel settore Trasporti, è Trenitalia l’azienda più citata, per le motivazioni già illustrate in precedenza.

5

6

7

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*