Brand in Italia e Covid-19: Pfizer ancora on top nelle conversazioni online. Seguono AstraZeneca, FCA, TIM e ISP

Con l’annuncio dell’efficacia del vaccino che passa dal 90 al 95%, la multinazionale americana resta in vetta nella classifica delle aziende più citate online rispetto al tema pandemia. Pfizer è anche il brand in grado di veicolare i giudizi più positivi nella settimana. Quelli più negativi si concentrano invece su FCA. Bene fanno tutti i brand che attivano iniziative di sostegno per cittadini e utenti come TIM, Vodafone e Wind-Tre, insieme ad Armani, Coop e Mondadori

Resta ampio lo spazio occupato dall’azienda Pfizer nella narrazione pubblica sulla pandemia grazie alla news dell’arrivo del vaccino che, già nella settimana precedente, aveva cambiato significativamente il quadro dei contenuti generati online. Il tema chiave di questa settimana ruota intorno all’efficacia del vaccino che, negli ultimi giorni, è passata dal 90 al 95%.

Ma vediamo più nel dettaglio tutte le principali novità della settimana appena trascorsa. Nel focus del 16 – 22 novembre 2020, abbiamo analizzato il tema Covid-19 in rapporto alle aziende: di chi si parla di più online quando si tocca il tema pandemia?
Il monitoraggio di Eikon Strategic Consulting, lo ricordiamo, prende in esame 200 brand operanti sul territorio italiano secondo la classificazione R&S Mediobanca. L’analisi ha interessato oltre 4.100 conversazioni, l’85% dei post emerge su fonti web (testate online e blog) mentre il 15% dei contenuti è stato selezionato su Twitter.

1

In prima posizione nella classifica dei brand più citati in Italia questa settimana, con un distacco molto rilevante sulle altre aziende, c’è ancora Pfizer. Segue, al secondo posto, AstraZeneca. Entrambe le aziende in primo piano per i test sull’efficacia del vaccino anti-covid, per i pre-accordi con l’Unione Europea sulla distribuzione e per le modalità di conservazione. In evidenza anche il nuovo annuncio di Pfizer sull’efficacia del vaccino, arrivata al 95%, e la buona tolleranza sugli anziani del vaccino AstraZeneca.
Al terzo posto troviamo FCA per i focolai covid a Termoli e le richieste dei sindacati per un rafforzamento delle misure anti-covid nello stabilimento di Melfi, dopo l’aumento dei casi di infezione. A FCA si lega anche la crescita delle immatricolazioni di nuove auto ad ottobre, dato in controtendenza rispetto al mercato europeo.

pfizer

Dal punto di vista dell’interazione degli utenti, ovvero delle condivisioni generate su Facebook e su Twitter, qual è il brand italiano che, nel periodo considerato, ha generato maggiore engagement? Nella settimana 16-22 novembre 2020, al primo posto troviamo sempre Pfizer. L’annuncio del vaccino anti-covid dell’americana Moderna continua a tenere alta l’attenzione mediatica sulla sperimentazione dei vaccini, in particolare su quello di Pfizer, con efficacia di fine test fase 3 arrivata al 95%, e su AstraZeneca. Segue TIM, citata insieme a Vodafone e Wind-Tre, per la decisione dei tre operatori di non apportare consumi di giga su smartphone durante l’uso delle piattaforme per la didattica a distanza. Armani citato per il sostengo all’emergenza sanitaria, Coop e Mondadori citati per il sostegno all’iniziativa “Libri da asporto”.

2

Qual è il brand che ha veicolato maggiore positività nel periodo 16-22 novembre 2020? Pfizer è il brand in grado di veicolare i giudizi più positivi. In primo piano ancora i test sul vaccino anti-covid, con il nuovo annuncio sull’efficacia del vaccino, passata dal 90 al 95%. In evidenza anche il commento positivo del virologo Roberto Burioni. Giudizi positivi anche per TIM, Vodafone e Wind-Tre per aver escluso dal consumo di giga sugli smartphone l’uso delle piattaforme per la didattica a distanza.
Al contrario, i giudizi maggiormente negativi del periodo esaminato si concentrano su FCA, legati ai focolai negli stabilimenti di Termoli e Melfi, che hanno portato i sindacati ad avanzare la richiesta di un rafforzamento delle misure anti-contagio.

3

Quali settori hanno veicolato maggiormente le conversazioni online nel periodo preso in esame dal nostro focus? Quali aziende hanno catalizzato l’attenzione nei diversi settori? Il maggior numero di citazioni viene veicolato soprattutto dal settore Pharma (43,16%). Seguono a molta distanza i settori Bancario (9,13%) ed Energia (8,26%).

4

Vediamo ora, settore per settore, i brand che si distinguono per numero di citazioni nel web, in riferimento al tema Covid-19. Nel settore Automotive è FCA l’azienda più citata, per i focolai negli stabilimenti di Termoli e Melfi e le richieste dei sindacati di un rafforzamento delle misure anti-covid. In crescita le immatricolazioni di auto FCA ad ottobre, dato in controtendenza con il trend negativo europeo.
Nel settore Bancario sono due i brand più citati: Intesa Sanpaolo e Banco BPM. Riguardo a ISP: inaugurato a Torino il Covid Hospital da 455 posti, grazie al contributo di Intesa. Riguardo a Banco BPM: per il finanziamento con Garanzia Italia Sace al Gruppo Quanta.
Nel settore Energia-Oil è Eni il brand più citato, per la partecipazione dell’AD Descalzi all’Atlantic Council, un ciclo di eventi sul tema della crisi innescata dalla pandemia da Covid-19.
Nel settore Pharma sono Pfizer e AstraZeneca le due aziende più citata, per tutte le motivazioni già illustrate in precedenza. Nel settore Telco, infine, troviamo TIM, Vodafone e Wind-Tre tra le aziende di cui si parla di più nella settimana, per via dell’iniziativa già citata sulla didattica a distanza.

5

6

7

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*