Posts Tagged ‘ twitter ’

Visualizzare i trend su Twitter con Trendistic: l’esempio dello scandalo News of the World

luglio 8, 2011 By

La scoperta di una fitta rete di intercettazioni illegali che si estendeva dalle vittime dei delitti di cronaca fino ai familiari dei soldati in Iraq e Afghanistan ha portato alla chiusura del domenicale britannico News of the World e all’arresto di Andy Coulson, ex direttore del giornale ed ex-portavoce del premier inglese David Cameron. La vicenda sta ancora esplodendo in queste ore su Twitter e si presta bene a testare Trendistic, uno strumento gratuito realizzato da Flaptor per monitorare l’andamento degli hashtag nel tempo.

Diciamo subito che la mancanza più evidente è il dato grezzo sul numero di tweet. Abbiamo solo una percentuale sul totale dalla quale l’unica informazione che possiamo estrarre è la distribuzione dell’attenzione nel tempo, ma niente sul suo effettivo volume.

La feature più interessante è invece la possibilità di esportare il grafico e di incorporarlo sul proprio blog. Il tool offre due possibilità di export, in versione statica e dinamica. Questa è quella statica, ancorata alle variazioni di questa settimana, ovvero il momento di maggiore copertura:

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

Messaggi promozionali in arrivo sulle timeline di Twitter entro due mesi

giugno 24, 2011 By

Si sapeva che sarebbero arrivati, oggi si conoscono i tempi e qualche dettaglio in più.

Entro 8 settimane i promoted tweets cominceranno ad alternarsi con i messaggi dei nostri following; non quindi confinati nei risultati di ricerca o nella barra laterale insieme ai trend, ma mischiati con gli aggiornamenti dei nostri amici, forse addirittura in posizione “sticky” in cima agli altri.

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

5 metriche fondamentali per misurare il successo di un evento

giugno 23, 2011 By

Da Hubspot arriva un utile vademecum di strumenti per valutare la riuscita di un evento aldilà del numero di partecipanti:

1. Citazioni su Twitter

Il cinguettìo in diretta di eventi (live o mediatici) è la killer-app di Twitter. Fondamentale quindi invogliare i partecipanti a twittare brevi resoconti e misurare in seguito il numero di messaggi generati. Per facilitare entrambe le operazioni è fondamentale la scelta iniziale di un hashtag riconoscibile e sintetico. Quello del Festival del Giornalismo di Perugia ad esempio è stato #igf11.

2. Sondaggio sul gradimento

Anche se non tutti risponderanno, un questionario su cosa è piaciuto e cosa no, come hanno saputo dell’evento, suggerimenti e desiderata sarà senz’altro utile per pianificare gli eventi successivi. Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

I social media possono condizionare il dibattito politico?

giugno 6, 2011 By

Quanto hanno influito blog e social network nella recente campagna elettorale?

E’ la domanda che molti si sono posti, in particolare dopo i catastrofici autogol di Letizia Moratti e Red Ronnie che confermano, se ce ne fosse bisogno, che i social network vanno adoperati con cautela e consapevolezza, senza improvvisare: la pagina Facebook dell’ex sindaco di Milano ha visto lievitare esponenzialmente, in pochi giorni, il numero dei fan, ma grazie a un trucco subito smascherato da un blogger; Red Ronnie, invece, si è lasciato scappare sulla sua pagina una maldestra affermazione su un presunto “effetto Pisapia”, dando origine al divertente meme sulle fantasiose malefatte dell’avvocato milanese.

Ma, al di là di questi episodi, quanti italiani partecipano alla politica 2.0?

Secondo una ricerca di Human Highway per Liquida la blogosfera non è un fenomeno di massa. Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

La stampa inglese, i followers e il retweeting

maggio 13, 2011 By

Quale quotidiano inglese tweetta con più efficacia?

Letteralmente dovremmo tradurre così il titolo dell’articolo che riporta i dati sul rapporto stampa inglese/Twitter. The Media Blog ha così sottolineato quanto sia errato pensare di poter trovare una corrispondenza tra il quotidiano “più prolifico” e il quotidiano “più seguito su Twitter“.

La tentazione che porta alcuni, il Daily Mail su tutti, ad un tweeting “passivo” di link o articoli non funziona quanto l’approccio ‘less is more’ verso cui tendono, invece, The Guardian e FT.

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

Al Jazeera lancia una dashboard per monitorare con Twitter le rivolte in Egitto, Yemen, Libia e Bahrain

marzo 8, 2011 By

Semplice ed efficace, l’applicazione riprende le metriche tipiche delle dashboard commerciali:

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

La Comunicazione elettorale. Roma, 11 marzo 2011

marzo 2, 2011 By

La comunicazione elettorale. Venerdì 11 marzo dalle ore 11 alle 14 si terrà un corso di formazione, presso la sede di Running a Palazzo Grazioli (via del Plebiscito 102, Roma), che nasce dalla necessità di sottolineare le potenzialità di applicazione del web 2.0 alla strategia politica .

La campagna elettorale più efficace degli ultimi decenni, la Yes We Can political campaign del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ha tracciato un nuova archetipica modalità di contatto con gli elettori.

Fare in modo che un personaggio politico diventi un brand, un prodotto di successo, un progetto su cui investire e sdoganarlo attraverso i canali di comunicazione dei new media e del mondo 2.0.

Quanto Youtube, Facebook, Twitter e gli altri social network riescono, con una forza impensabile in precedenza, a muovere le masse, a convincerle (in senso negativo a manovrarle) e a renderle partecipi di un Noi a cui appartenere? Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

Misurare la crisi politica in Medioriente tramite Twitter

febbraio 4, 2011 By

Che fine ha fatto l’Egitto nella mappa digitale del mondo?

Presentiamo oggi un’infografica che vuole sottolineare, attraverso un’analisi quantitativa del numero di post e un BuzzGraph, quanto la crisi politica del Medioriente sia diventata virale e abbia contagiato anche l’attenzione pubblica nel 2.0.

Il sito Sysomos ha preso in considerazione proprio la piattaforma di microblogging e i suoi 52 milioni di utenti: si è deciso di rilevare le hashtag e la localizzazione dei tweets per capire quante persone stiano usando Twitter dall’Egitto, la Tunisia e lo Yemen.

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

Il Garante UK vieta il buzz dietro compenso se non si dichiara in modo esplicito

febbraio 2, 2011 By

Dall’Inghilterra arriva un importante decisione sulla trasparenza del passaparola online.

L’Office of Fair Trading, l’equivalente britannico dell’Antitrust italiana, ha aperto un’inchiesta su Handpicked Media, un’agenzia di PR specializzata nel reclutamento di blogger autorevoli per diffondere buzz positivo sui propri clienti.

Secondo l’OFT è da considerarsi ingannevole qualsiasi messaggio promozionale “quando non specifica chiaramente che la promozione è stata pagata o ricompensata, in modo evidente rispetto al contenuto editoriale e che non possa sfuggire al consumatore medio “.

Il provvedimento potrebbe colpire quelle celebrità inglesi che recentemente hanno pubblicato messaggi quantomeno sospetti su Twitter: dall’attrice Elizabeth Hurley, che consiglia le creme di Estee Lauder (di cui è testimonial) ai suoi 78.000 follower, alla popstar Lily Allen, che l’anno scorso ha postato su PlayStation e Grey Goose Vodka.

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest

Nel 2010 decollano gli investimenti in social media marketing

gennaio 28, 2011 By

3.4 miliardi di dollari: a questa cifra ammontano gli investimenti in social media marketing effettuati in tutto il mondo nel corso del 2010.

Di questi circa la metà provengono dai soli Stati Uniti che, malgrado la crisi economica, si confermano la nazione guida in materia di marketing e comunicazione.

Leggi tutto »

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • Pinterest